Statuto

Art. 1 – E’ costituita una associazione denominata: FLY ANGLING CLUB – MOSCA CLUB D’ITALIA sezione di Vimercate , affiliata all’ Associazioni “FLY ANGLING CLUB – MOSCA CLUB D’ ITALIA di Milano, con rogito del notaio Gualtiero Merati.

Art. 2 – La Associazione ha lo scopo di raggruppare esclusivamente i pescatori a mosca con la coda di topo, onde promuovere iniziative atte a conseguire il miglior svolgimento di tale sistema di pesca.

Art. 3 – La Associazione ha sede in Milano.

Art. 4 – Il Fly Angling Club – Mosca Club d’ Italia è assulutamente apolitico e non si prefigge scopi speculativi. Nell’ ambito del Club non potrà essere svolta nè dai Consiglieri nè dai Soci attività commerciali o competitive o comunque in contrasto con gli interessi del Club medesimo. Ogni Socio Potrà rendersi promotore di iniziative che rientrino nell’attività della Associazione: in tale caso dovrà darne comunicazione alla segreteria, affinchè ne vengono informati gli altri Soci perchè possano parteciparvi se le desiderano. (Come attività competitive si intendono quelle indirizzate alle gare sul pesce)

SOCI

Art. 5 – Fanno parte dell’ Associazione chiunque ne faccia domanda e versi la quota stabilita dal Consiglio.

Art. 6 – I Soci che intendono cessare di appartenere all’ Associazione devono comunicarlo al Consiglio entro la fine dell’ anno in corso.

 

ASSEMBLEA GENERALE

Art. 7 – Il Socio si impegna a non partecipare a gare o ad esercitare altri modi di pesca con il distintivo del Fly.

Art. 8 – L’Assemblea generale dei Soci sarà convocata a cura del Consiglio almeno una volta all’ anno, nel luogo che sarà di volta in volta stabilito, al momento della convocazione e sarà valida con qualsiasi nimero di presenti.

Art. 9 – L’Assemblea Generale Straordinaria potrà essere convocata quando il Presidente o il Consiglio ne ravvisino la necessità, o ne sia fatta domanda al Consiglio stesso da almeno un terzo dei Soci. Anche l’Assemblea straordinaria delibera validamente con qualsiasi numero di presenti. L’avviso di convocazione ai Soci verrà inviato per lettera raccomandata con almeno 15 giorni di anticipo sulla data fissata per l’Assemblea.

Art. 10 – Sono di competenza dell’ Assemblea : La nomina del Consiglio, l’approvazione dei bilanci, le modifiche allo Statuto Sociale.

 

CARICHE SOCIALI

Art. 11 – La Associazione è retta da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri non superiore a 11 (undici). Il Consiglio dura in carica 2 (due) anni.

Art. 12 – Sono di competenza del Consiglio direttivo:

  • La nomina , fra i suoi membri , del Presidente, del Vice Presidente e del Segretario;
  • La determinazione, di anno in anno, della quota di partecipazione alla Associazione;
  • Le deliberazione riguardanti questioni che non superino la ordinaria amministrazione;
  • La sospensione o la radiazione di Soci per inadempienza dello Statuto Sociale o gravi motivi di ordine morale.

Art. 13 – Il Consiglio si riunirà nel luogo indicato dal Presidente almeno una volta al mese. La convocazione sarà comunicata ai consiglieri dalla Segreteria, con almeno 5 (cinque) giorni di anticipo per lettera o per comunicazione telefonica o dal presidente medesimo agli interessati in occasione di altri incontri. Il Consiglio potrà validamente deliberare solo con la presenza della maggioranza dei suoi componenti. Le deliberazioni devono essere prese a maggioranza; in caso di parità prevale il voto del Presidente.

Art. 14 – Il Consiglio Direttivo verrà eletto dai Soci con le seguenti modalità:

  • Tutti i Soci – esclusi quelli che non risultino iscritti al Club da almeno un anno e quelli che facciamo parte di altri Club di pescatori a mosca nazionali – potranno essere invitati o chiedere loro stessi alla Segreteria del Club di essere ammessi a far parte del Consiglio mediante candidatura o se eletti anche senza candidatura;
  • La votazione è segreta e lo scrutinio delle schede per l’elezione dei 5 (cinque) componenti il Consiglio verranno fatti durante l’Assemblea Straordinaria biennale dei Soci;
  • Ogni Socio potrà esprimere al massimo 5 (cinque) preferenze;
  • In base al maggior nimero di suffragi ottenuti verranno nominati i Consiglieri;
  • Tutti gli elenchi potranno essere consultati dai Soci dietro richiesta.

Art. 15 – La Associazione è rappresentata, di fronte ai terzi, ed in giudizio, dal Presidente del Consiglio.

Art. 16 – Per i casi non completati nel presente Statuto, si fà riferimento alle norme contenute nel Titolo 2’ del 1’ libro del Codice Civile.